Camera di Commercio CZ | KR | VV

MENU

Autoriparatori

Le imprese che intendono esercitare le attività di meccatronica, carrozzeria, gommista, anche se in via strumentale o accessoria ad altra attività, devono presentare all’ufficio Registro Imprese una segnalazione certificata di inizio attività, dichiarando di essere in possesso dei requisiti previsti dalla legge. La legge 224/2012, entrata in vigore il 5 gennaio 2013, ha apportato importanti modifiche alla Legge 122/1992 concernente la disciplina dell’attività di autoriparazione.

Le attività di meccanica/motoristica e di elettrauto sono state accorpate nella nuova attività di “meccatronica”. Pertanto l’attività di autoriparazione si distingue ora nelle attività di:

  • meccatronica;
  • carrozzeria;
  • gommista.

Dal 5 gennaio 2013, pertanto, non è più possibile dichiarare l’inizio della sola attività di meccanica/motoristica o di elettrauto, ma occorrerà dichiarare l’inizio dell’attività di “meccatronica” dimostrando il possesso dei requisiti previsti sia per la meccanica/motoristica sia per l’elettrauto.

La Legge di Bilancio 2018 (articolo 1, comma 1132, lettera d), pubblicata sulla G.U. n. 302 del 29.12.2017, modificando l’articolo 3 comma 2 della legge 224/2012, ha prorogato di altri 5 anni ( fino al 4 gennaio 2023) il termine per l’adeguamento dei requisiti richiesti dalla norma per l’esercizio dell’attività di meccatronica.

Per effetto di tale modifica, le imprese di autoriparazione che risultano ancora abilitate alle sole sezioni meccanica-motoristica oppure elettrauto possono regolarizzare la propria posizione entro gennaio 2024, presentando apposita domanda per l’ampliamento della propria attività alla meccatronica e adeguando i requisiti richiesti dalla norma per l’esercizio di questa attività.

I responsabili tecnici delle imprese iscritte al 5 gennaio 2013 possono riqualificarsi per la sezione MECCATRONICA mediante:

  • rivalutazione del titolo di studio posseduto;
  • frequenza con esito positivo del corso professionale, relativo all’abilitazione non posseduta.

Pertanto, non sarà più possibile presentare documentazione (per es. fatture) a dimostrazione dell’esercizio dell’attività riferita alla sezione mancante.

Inoltre, le imprese che intendono avviare nuove officine dovranno avvalersi di un responsabile tecnico abilitato per la sezione MECCATRONICA, non sarà più possibile avviare un’attività per una sola delle sezioni “meccanica-motoristica” o “elettrauto”; quindi, l’ufficio Registro Imprese potrà accettare  solo domande di iscrizione alla sezione meccatronica, per le quali non   può essere considerata abilitante l’esperienza maturata in una impresa abilitata ad una sola sezione (elettrauto o meccanica-motoristica)

Parere del Ministero dello Sviluppo Economico n. 130778 del 05/04/2018
Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3706 del 23/05/2018

  • Ditte individuali: euro 27,00 (in modalità telematica o su supporto informatico digitale)
  • Società: euro 65,00 (su supporto informativo digitale); euro 45,00 (in modalità telematica)

L’impresa deve documentare, per ogni officina, la preposizione alla gestione tecnica di persona dotata dei requisiti personali e tecnico-professionali di cui all’art. 7 L. 122/92.
Il preposto alla gestione tecnica deve avere un rapporto di immedesimazione con l’impresa (non può essere un consulente o un professionista esterno) e deve essere in possesso:

  • dei requisiti morali;
  • di idoneità fisica all’esercizio dell’attività;
  • di almeno uno dei seguenti requisiti tecnico-professionali:
  • avere esercitato l’attività come operaio qualificato per almeno tre anni negli ultimi cinque;
  • aver conseguito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado o diploma di laurea attinenti all’attività;
  • aver frequentato con esito positivo un corso organizzato dalla Regione seguito da un anno di pratica nel settore;
  • aver esercitato l’attività per almeno un anno prima del 16.12.1994 in qualità di titolare o socio di imprese di autoriparazione, successivamente cessate.

Seguici