Camera di Commercio CZ | KR | VV

MENU

BREVETTI NAZIONALI

Il brevetto è un titolo in forza del quale viene conferito un monopolio temporaneo di sfruttamento sul trovato oggetto del brevetto stesso consistente nel diritto esclusivo di realizzarlo, di disporne e di farne oggetto di commercio, nonché di vietare a terzi di produrlo, usarlo, metterlo in commercio, venderlo o importarlo.

Possono costituire oggetto di brevetto:

  • le invenzioni industriali;

  • i modelli di utilità;

  • disegni e modelli (ex modelli ornamentali);

  • le nuove varietà vegetali;

  • le topografie di prodotto a semiconduttori (registrazione).

Il monopolio decorre dalla data di presentazione della domanda e dura 20 anni per le invenzioni, 5 anni per i modelli e disegni e 10 anni per i modelli di utilità.

Invenzione industriale

L’invenzione è una soluzione nuova ed originale di un problema tecnico, atta ad essere realizzata ed applicata in campo industriale. Essa può riguardare un prodotto o un procedimento.

Modello di utilità

Il modello di utilità è un trovato che fornisce a macchine o parti di esse, a strumenti, utensili e oggetti di uso in genere, particolare efficacia o comodità di applicazione o d’impiego.

Modelli e disegni

Il modello ornamentale è un trovato che conferisce ai prodotti industriali uno speciale ornamento grazie ad una particolare forma o combinazione di linee, colori o altri elementi.
Il tradizionale campo di applicazione dei modelli e dei disegni ornamentali è quello del design e dell’estetica industriale

Nuova varietà vegetale

La nuova varietà vegetale è una varietà vegetale nuova, omogenea, stabile e diversa da altre già esistenti.

Topografia di prodotto a semiconduttori

La topografia di prodotto a semiconduttori è una serie di disegni correlati, comunque fissati o codificati, rappresentanti lo schema tridimensionale degli strati di cui si compone un prodotto a semiconduttori. In tale serie ciascuna immagine riproduce in tutto o in parte una superficie del prodotto a semiconduttori in uno stadio qualsiasi della sua fabbricazione.

 

SERVIZIO DI ORIENTAMENTO GRATUITO IN MATERIA DI PROPRIETÀ INDUSTRIALE

scheda brevetti

Ogni secondo martedì del mese presso i locali della Camera di commercio, sarà disponibile il servizio di orientamento gratuito in materia di marchi e brevetti, previsto dalla convenzione siglata tra Unioncamere Calabria e CalabriaInnova. L’accordo sottoscritto rientra nella costruzione della Rete Regionale per l’Innovazione ed è finalizzato a fornire servizi specialistici in materia di tutela della Proprietà Industriale. Il personale della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia in collaborazione con il personale di CalabriaInnova, sarà a disposizione delle imprese e di singoli richiedenti calabresi per offrire servizi, tra cui:

  • Ricerche di anteriorità brevettuale per scoprire se la propria idea ha caratteristiche nuove rispetto allo stato dell’arte esistente o per individuare soluzioni note a problemi tecnici, anche al fine di ottenere licenze per prodotti o processi brevettati o per rilevare tecnologie oggetto di brevetti scaduti e dunque liberamente utilizzabili. Le ricerche vengono svolte attraverso la consultazione di banche dati specialistiche che raccolgono documentazione brevettuale a livello mondiale, coprendo ogni settore tecnologico di attività;

  • Analisi di scenario tecnologico per comprendere, nei settori d’interesse, i trend di sviluppo delle richieste di privativa, i mercati geografici verso cui orientare eventualmente gli investimenti e quelli in declino, le aziende cui rivolgersi per attuare delle partnership o ottenere licenze per prodotti o processi brevettati e i principali inventori delle soluzioni tecnologiche che hanno fatto o faranno la loro comparsa in commercio nel prossimo futuro;

  • Monitoraggio della concorrenza per avere informazioni utili alla pianificazione di una strategia imprenditoriale, attraverso l’analisi dei documenti brevettuali presentati dai concorrenti, che consentono di comprendere gli investimenti in R&S realizzati da questi ultimi e i trend tecnologici d’interesse. Le domande di brevetto, infatti, vengono depositate con un certo anticipo rispetto alla presenza del prodotto o della tecnologia sul mercato, quindi è possibile conoscere per tempo le linee di tendenza seguite dai competitors;

  • Status legale dei titoli di Proprietà Industriale per verificare e valutare, da un punto di vista legale, un portafoglio brevetti o un marchio, al fine di definire i propri margini di azione e quelli di tutela rispetto a terzi, attraverso informazioni quali: le date di deposito e concessione/registrazione o rifiuto, i titolari, le eventuali cessioni, gli ambiti geografici di tutela, i settori merceologici etc;

  • Ricerche di anteriorità marchi per scoprire se il proprio marchio soddisfa il requisito della novità e non viola diritti di terzi, titolari di marchi anteriori. La ricerca è tesa a rilevare l’esistenza non solo di marchi identici (ricerca di identità), ma anche di marchi simili (ricerca di similitudine denominativa e/o figurativa), in relazione ai settori merceologici di riferimento e agli ambiti geografici di interesse, che potrebbero precludere l’utilizzo o invalidare la registrazione del marchio. La ricerca viene effettuata, a seconda dei casi, consultando i registri dei marchi italiani, comunitari, internazionali e i registri dei singoli Paesi aderenti all’Unione Europea e/o di specifici Paesi esteri. L’indagine tiene conto, altresì, delle denominazioni sociali e dei nomi a dominio, al fine di evitare possibili interferenze e conflittualità tra questi ultimi e i marchi d’impresa.

Per fissare un appuntamento, si potrà contattare la Dott.ssa Gemma De Franco al numero 888271

 

BREVETTI EUROPEI

Il brevetto europeo è un brevetto per invenzione industriale che si ottiene a seguito di una procedura unificata di deposito, esame e rilascio.
La procedura di concessione prevede un’unica domanda, redatta in una sola lingua (inglese, francese o tedesco) e permette di ottenere un brevetto negli Stati membri dell’Organizzazione Europea dei Brevetti designati dal richiedente.
Attualmente questi Stati sono 31: Austria Belgio. Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Franzia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lietchestein, Lussemburgo, Principato di Monaco, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Regno Unito, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria.
I brevetti europei conferiscono al titolare, negli Stati membri designati, una volta espletata la procedura di convalida nazionale, i medesimi diritti che deriverebbero da un brevetto nazionale ottenuto negli stessi Stati.

Tasse

Le tasse annuali “nazionali” di mantenimento in vita del brevetto europeo sono esigibili anticipatamente a partire dall’annualità successiva a quella in cui la concessione del brevetto europeo è stata menzionata nel Bollettino europeo, e devono essere pagate entro la fine del mese anniversario del deposito della domanda di brevetto europeo.
Se la prima tassa annuale “nazionale” è dovuta nei quattro mesi successivi al mese in cui è stata pubblicata la menzione della concessione può essere pagata entro detto termine.
Trascorsi i termini sopra indicati il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l’applicazione di una soprattassa. Il mancato pagamento delle tasse nei termini è causa di decadenza del brevetto.
Gli importi delle tasse annuali sono gli stessi di quelli dei brevetti per invenzioni. Il pagamento va effettuato sul c.c.p. n. 86618000 intestato all’Agenzia delle Entrate Centro Operativo di Pescara. Le ricevute di versamento dovranno essere inviate ad una Camera di Commercio o direttamente all’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi.

Eventuali approfondimenti sono disponibile presso il sito dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi – www.uibm.gov.it

Modulistica

BREVETTO INTERNAZIONALE (PCT)

Il PCT o Trattato di Cooperazione in materia di Brevetti (Patent Cooperation Treaty) è un trattato multilaterale gestito dall’OMPI (Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale) che ha sede a Ginevra.

La procedura PCT facilita l’ottenimento di una protezione per le proprie invenzioni negli Stati membri del Trattato che, al 27 ottobre 2005, erano 128. Un’unica domanda internazionale ha gli stessi effetti di una domanda nazionale per gli Stati designati; è anche possibile effettuare una designazione di “brevetti regionali” (cioè validi in un gruppo di Stati). Attualmente le Organizzazioni regionali sono:
– l’OEB (Organizzazione Europea dei Brevetti)
– l’ARIPO (African Regional Industrial Property Organization)
– l’OAPI (Organisation Africane pour la Propriété Intellectuelle)
– l’EAPO (Euroasian Patent Office)

Il PCT non elimina la necessità di continuare singolarmente la procedura per il rilascio in ogni Stato (o Organizzazione regionale) designato, però ne facilita il proseguimento.
L’esame formale, la ricerca documentale internazionale e (facoltativamente) l’esame internazionale preliminare, sono effettuati una volta sola per tutti i Paesi durante la fase internazionale della procedura.

Il rilascio del brevetto resta però di esclusiva competenza dell’Ufficio nazionale (o regionale) designato. L’inizio di questa “fase nazionale” è di norma differito sino al 20° mese (o 30° nel caso di richiesta dell’esame preliminare) dalla data di priorità; questo differimento è un apprezzabile vantaggio per valutare, con maggiori elementi di giudizio, la convenienza a continuare o meno la procedura.

Deposito

Per le domande depositate da residenti in Italia, soltanto l’Ufficio Europeo dei Brevetti è incaricato della ricerca internazionale.

Il risultato della ricerca delle anteriorità è presentato in un “rapporto di ricerca internazionale” messo a disposizione del richiedente. In esso si cita lo stato della tecnica che più si avvicina al contenuto delle rivendicazioni della domanda; ciò permette di valutare attentamente la possibilità di vedersi rilasciare un brevetto nei vari paesi designati.

Si può successivamente decidere di proseguire con la procedura (anche modificando le rivendicazioni) oppure di ritirare la domanda prima che questa venga pubblicata (18 mesi dalla priorità più antica).

Il sistema PCT offre inoltre la possibilità di effettuare (entro 19 mesi dalla data di priorità) un “esame preliminare internazionale” che, basandosi sul rapporto di ricerca, esprime un parere, non vincolante per l’Ufficio nazionale (o regionale) che rilascia il brevetto, sulla brevettabilità dell’oggetto delle rivendicazioni.

Tasse per la domanda internazionale di brevetto (in lire italiane – euro)

  • Tassa di trasmissione 60.000 – 30,99

  • Tassa di ricerca internazionale 1.829.775- 945,00

  • Tassa di base fino a 30 pagine 791.934 – 409,00
    – per ciascun foglio oltre il trentesimo 17.426 – 9,00

  • Tassa di designazione per ciascun brevetto nazionale o regionale richiesto 170.392 – 88,00
    (fino ad un totale massimo di lire 1.022.352 – 528,00 euro corrispondente a 6 designazioni: ogni designazione oltre la sesta non è soggetta a pagamento della tassa di designazione)

  • Tassa di trattamento per esame preliminare internazionale
    (facoltativa) 284.632 – 147,00

  • Tassa per esame preliminare internazionale
    (facoltativa) 2.968.302 – 1.533,00

Via Menniti Ippolito n. 16
88100 - Catanzaro
Centralino 0961.888111
PEC: 
cciaa@pec.czkrvv.camcom.it

Orario di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.30 dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Via A. De Curtis, 2
88900 - Crotone
Centralino 0962.663411
PEC:
cciaa@pec.czkrvv.camcom.it

Orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle ore 12:00 giovedì pomeriggio, dalle ore 15:30 alle ore 17:00
Piazza San Leoluca
Complesso Valentianum
89900 Vibo Valentia
Centralino 0963.294600
PEC: 
cciaa@pec.czkrvv.camcom.it

Orario di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.15 martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.15 dalle ore 15.00 alle ore 16.30

Seguici